Consip indice un bando da 170 milioni: “Sicurezza on premises: sicurezza perimetrale, protezione degli endpoint e anti-apt”

Consip indice un bando da 170 milioni per la Cybersecurity delle PA, con scadenza il 13 ottobre. Ecco i dettagli e le possibili soluzioni.

Consip Spa ha indetto la gara a procedura aperta per l’affidamento di un Accordo Quadro ai sensi dell’art. 54 comma 3 del d. lgs. 50/2016, per la fornitura di prodotti per la sicurezza perimetrale, protezione degli endpoint e anti-apt ed erogazione di servizi connessi per le Pubbliche Amministrazioni – ID Sigef 2367. L’iniziativa si colloca nel piano delle gare strategiche ICT in attuazione del “Piano triennale per l’informatica nella Pa 2020-2022”

Con scadenza il 13 ottobre alle 12, la nuova gara “Sicurezza on premises: sicurezza perimetrale, protezione degli endpoint e anti-apt”, si concentrerà sulla fornitura di prodotti di sicurezza infrastrutturale volti a garantire protezione dalle minacce informatiche e controllo degli accessi alla propria infrastruttura di rete.

La gara è stata sviluppata tenendo conto del contesto normativo in forte evoluzione derivante dall’entrata in vigore della Legge 133/2019 (Disposizioni urgenti in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica) e più recentemente con il Dl 82/2021 (Disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, definizione dell’architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale), poi convertito nella legge 109/2021.

Cosa prevede il bando

Prodotti richiesti

Per i prodotti richiesti vi offriamo, oltre la lista richiesta dal bando stesso, anche alcune possibili soluzioni da noi offerte:

Servizi connessi

  • installazione e configurazione (inclusi nella fornitura);
  • formazione e affiancamento;
  • manutenzione;
  • Contact Center ed help desk (inclusi nel complesso dei corrispettivi previsti);
  • hardening su client;
  • supporto specialistico.

Requisiti di capacità tecnica e professionali

  • Possesso di una valutazione di conformità del proprio sistema di gestione della sicurezza delle informazioni alla norma ISO 27001:2013 o ISO 27001:2014 o ISO 27001:2017, idonea, pertinente e proporzionata al seguente ambito di attività: progettazione, installazione, manutenzione di sistemi di sicurezza ICT.
  • Possesso di una valutazione di conformità del proprio sistema di gestione della qualità alla norma UNI EN ISO 9001:2015, idonea, pertinente e proporzionata al seguente oggetto: progettazione, installazione, manutenzione di sistemi di sicurezza ICT.

Potrebbe interessarti…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: