Cato Networks supera il valore di un Miliardo di dollari con una nuova tornata di investimenti da 130 Milioni per estendere la rete SASE.

Questo nuovo round di investimenti porta a 332 milioni il totale di finanziamenti ricevuti da Cato Networks. Cato raggiunge così la valutazione di Unicorno, valutazione data a quelle Start-Up che si distinguono per aver superato il valore di un miliardo.

Lo scorso 17 novembre a Tel Aviv, Israle, Cato Networks, il primo provider al mondo a presentare una piattaforma SASE, annuncia il più grande investimento ricevuto dalla sua nascita, pari a 130 milioni di dollari. La nuova tornata di investimenti è stata guidata da Lightspeed Venture Partners insieme a Greylock, Aspect Ventures / Acrew Capital, Singtel Innov8, and Shlomo Kramer ed il nuovo investitore Coatue.

Grazie alla forte leadership nel mercato Secure Access Service Edge (SASE) Cato ha raggiunto il valore di 1 Miliardo di dollari.

Shlomo Kramer, CEO e co-fondatore di Cato Networks, commenta “SASE è fondamentale nel panorama IT e questa tornata di investimenti attestano ancora di più la Leadership di Cato nel mercato SASE” e continua “Solo Cato Cloud è stato pensato e sviluppato come sistema cloud-based interamente SASE”

Diffusione dell’utilizzo delle architetture SASE iniziata con CATO

SASE ha sottolineato la necessità di ridurre la complessità del mondo IT convogliando insieme le aree di networking e security in una piattaforma globale, migliorando l’agilità di utilizzo e l’efficacia della sicurezza insieme ad una contestuale riduzione dei costi.

Yoni Cheifetz, uno dei partner in Lightspeed Venture Partners, dice “SASE trasformerà l’enorme mercato delle organizzazioni in ambito Networking e Security, e noi crediamo in Cato come driver di questa trasformazione. L’architettura di CATO è stata costruita per consentire all’IT di supportare le attuali e future necessità di business, come la possibilità di lavorare in maniera efficiente da remoto ed in qualsiasi parte del mondo”.

La forza di Cato è proprio questa, avere un sistema globale e cloud-nativo presente in più di 60 PoP sparsi in tutto il mondo, tra cui uno proprio in Italia.

I competitor stanno cercando di uniformare le loro preesistenti piattaforme e comunicarle come piattaforme SASE, un fenomeno a cui Gartner dice di fare particolare attenzione nel suo paper “Hype Cycle for Network Security” dello scorso 30 giugno 2020.

“Ci sono state più di una decina di annunci SASE negli scorsi 12 mesi, fatti da produttori che cercano di mantenere la loro posizione in questo mercato estremamente competitivo. Ci sarà una grande quantità di presentazioni e comunicazioni, specialmente da parte di operatori storici impreparati per l’utilizzo di servizi Cloud-based e senza gli investimenti richiesti per la creazione e pianificazione di PoP. È in questo scenario che l’architettura Software e l’implementazione dei sistemi faranno la differenza”.

Per scoprire i vantaggi di CATO e come passare da un vecchio sistema MPLS ad uno CATO, vi consigliamo di scaricare il Whitepaper al seguente link: http://lpp.allnet-italia.it/cato-networks-da-mpls-a-sd-wan/

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: